Baci primi baci... e non solo - Alice Nember
530
post-template-default,single,single-post,postid-530,single-format-standard,bridge-core-1.0.6,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-content-sidebar-responsive,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-18.2,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.5,vc_responsive
kiss

Baci primi baci… e non solo

Okay, alzi la mano adesso chi si ricorda perfettamente il suo primo bacio, ma anche, in generale, ogni primo bacio (con persona degna di nota) dato nel corso della sua vita…
Bene, lo faccia ora chi non si è mai dimenticato la sua prima volta, in assoluto, ed anche ogni prima volta che ha fatto l’amore con qualcuno di importante…

Eh si, un sacco di belle manine alzate eh?
Mani su mani… faccette sognanti, occhi luccicanti di ricordi,  gote rese rosa, dal pensiero di ciò che fu e fece storia.
Poesia pura!

Beh, non posso darvi torto, il primo bacio è una cosa seria, una di quelle cose determinanti, che rimane nei secoli dei secoli amen!
Ed ancora più peso, ha la prima volta, quel momento in cui si fa l’amore, in cui si entra in connessione con l’altro, ci si fonde, ci si fida, ci si affida…

Si sta bene nel crogiolarsi nel ricordo del numero uno…
Il ricordo di quel bacio attesissimo, al quale si fa spasmodica attenzione, affinché sia perfetto, così da diventare il ricordo che si vuole trattenere per sempre; ed il ricordo di quella volta che avete fatto l’amore con lui ed il mondo si è fermato, smettendo di girare, affinché voi aveste tutto il tempo possibile ed immaginabile per godervi vicendevolmente.

La letteratura, il cinema, la musica, ogni forma d’arte che ci somigli e ci pigli, ha dato un risalto così impareggiabile al primo bacio e alla prima volta, che è impossibile, per chiunque, non sperare ardentemente di renderli davvero quel binomio di perfezione ed autenticità, che a ripensarci (…solo a primo acchitto!) quasi (…ho detto quasi!) non ci si spiega perché sia finita con certe persone…

 

Eppure, chiamatemi bastian contrario, ma per me non sono i migliori.

Chiariamo, i primi baci difficilmente li scordo, anzi, con la mia memoria elefantina a prova di morosi morosini ed affini non mi scappa manco un istante, ne di quelli ne delle prime volte, tutto indelebilmente impresso!
…però i primi baci non sono mai stati i migliori, ribadisco!

Tecnicamente, due bocche e due lingue che si incontrano per la prima volta sono impacciate: devono imparare i ritmi e le dinamiche, che le muovono.
Sensorialmente, due bocche e due lingue, che si incontrano per la prima volta, sono sfasate: devono assaggiarsi, lasciarsi andare, e farsi piacere l’altro.

(..e scelgo di fermarmi al bacio, perché se mettono vietato ai minorissimi “Gli Aristogatti”, figuratevi voi me, che parlo gioiosa come una novella Claudette, di prime volte…)

Quindi, diciamocelo dai, in genere, due bocche e due lingue che si incontrano per la prima volta, non danno (quasi) mai vita a nulla di leggendario…

Il contorno, il luogo, la situazione, le sensazioni… quelle rimangono per sempre, su questo non ci piove, tuttavia, davvero importante, ma davvero davvero davvero, è che il primo bacio faccia venire voglia di dare il secondo!

…eh si cari i miei baciatori seriali, il primo bacio deve essere coinvolgente, deve pigiare sui tasti giusti, quelli che se anche non suonano la melodia ideale, il giorno dopo la canzone la riascolteresti… e lì ti accorgi che il cantante mica è stonato!
Anzi!

Ed il primo bacio, diventa nulla in confronto al secondo, quando la lingua conosce la strada e non perde la via, quando il respiro si coordina in quel modo eccitante, quando la bocca mangia e si lascia mangiare, ed i denti diventano alleati indispensabili, mentre le mani non se ne stanno a metà strada, ma cominciano un’esplorazione dolce e implacabile…

E figuratevi come può diventare il terzo bacio… e poi il quarto… ed il quinto

 

Insomma, si tende sempre ad idealizzare e a consacrare anzitempo il primo bacio, ma quello non è che l’incipit, necessario certo, ma mai bello come il secondo

A ben pensarci, sapete quale deve essere il migliore di tutti?

L’ultimo.
L’ultimo bacio vero.
Quello perfetti se scatta quando ancora c’è spazio nei sentimenti e nei sensi.

…solo che non ci è mai stato dato di sapere quando quest’ultima volta c’è davvero concessa…

… forse, dovremmo imparare a dar peso ad ogni singola volta, e godercela, solo questo…

 

 

Ah, si lo stesso discorso, paro paro, vale per il sesso, ma sono una signorina, e di certe cose non si parla con lo stesso trasporto… daaaaai!