Uno su mille ce la fa... - Alice Nember
327
post-template-default,single,single-post,postid-327,single-format-standard,bridge-core-1.0.6,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-content-sidebar-responsive,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-18.2,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.5,vc_responsive

Uno su mille ce la fa…

…e poi dicono la novella musica italiana sia scevra di grandi autori…

Parto da un testone di Fred De Palma, per riflettere sull’inizio delle relazioni.

L’inizio delle relazioni è sopravvalutato.

Nettamente.

“Se non va subito allora non è destino”
“L’amore è una cosa semplice”
“Le cose o vanno o non vanno”

Frasi ritrite, sentite mille volte, ascoltate incessantemente dall’ennesima amica single alle prese con l’ennesimo uscente, o recepite da una di esse.

Vere?

N O N L O S O

Eh si perché nel favoloso mondo di Amelie, dove la felicità la trovi facendo felici gli altri, come un boomerang solidale, queste sono frasi che non c’è nemmeno bisogno di dirle, non occorrono tanto son scontate.

Ma nella Sin City dove viviamo noi, reincarnazioni ambulanti del “mai una gioia”, sono l’esacerbante realtà con la quale ci si misura giorno dopo giorno, in un valzer lento di depressione crescente.

Eppure io voglio spezzare una lancia in favore degli inizi orribili.

Ma chi l’ha detto che il grande amore non possa essere quello che ti scrive da ubriaco, e debba essere quello che ti fa trovare le rose sul cofano della macchina, dopo il primo perfetto appuntamento!?

Statisticamente e ragionevolmente, il secondo dovrebbe battere il primo 10mila a 0spaccato, ma delle statistiche e della ragionevolezza, ditemelo sinceramente… quanto ve ne siete fatti in vita vostra?!

Gli uomini romantici, che ti chiedono di andare a cena, piuttosto che una foto delle tue tette, vanno conservati e preservati come materiale da riproduzione di massa; ma non accanirti nel distruggere i secondi, o quelli che si scordano la buona notte, di farti trovare in un posto invece di venirti a prendere, o che rimandano un aperitivo per una partita di calcetto…

C’è il trombatore seriale che qualcuna riesce a redimere.

Trombamici che hanno superato il gap delle lenzuola, per la luce del sole.

Uomini che alla fine la moglie l’hanno lasciata veramente.

Sono chimere.
Sono eccezioni.
Sono la storia che è successa a una mia amica.

Ma, oh, solo perché alla Bella Addormentata è bastata essere vista nel bosco con gli uccellini, per essere scelta, c’è una Mulan che travestita da maschio, ce l’ha fatta ad accaparrarsi l’uomo perfetto!